Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Degenerazione maculare (maculopatia)

Degenerazione maculare e maculopatia degenerativa senile | Studio VIchi

Una vista periferica.

 

Vedi solo con la coda dell'occhio?

Le immagini ti appaiono distorte?

I colori ti sembrano sbiaditi?

 

La degenerazione maculare o maculopatia
è ad andamento progressivo e può portare alla perdita
completa ed irreversibile della visione centrale.

 

 

 

Degenerazione maculare | Cos'è

La degenerazione maculare è una patologia che colpisce la zona centrale della retina, detta macula.

È una malattia progressiva che costituisce una causa molto frequente di riduzione e perdita della visione centrale.

 

Possiamo paragonare il nostro occhio ad una macchina fotografica, e riconoscere alcune parti come la cornea e il cristallino come se fossero l'obiettivo, deputato ad una corretta messa a fuoco; la retina sarebbe la pellicola della macchina fotografica.

La retina non è uguale in tutta la sua estensione: si può infatti individuare una zona centrale, la macula, in cui la capacità di discriminazione dell'immagine (acuità visiva) è molto elevata ed un'area periferica, in cui la capacità di discriminazione è molto bassa.

Facciamo un altro esempio: durante la lettura di un giornale si ha la percezione dell'intero foglio (grazie alla retina periferica) ma si può leggere distintamente solo ciò che si fissa con la retina centrale.

 

Visione con maculopatia | Studio VichiIl deterioramento di questa area retinica causa una riduzione della acuità visiva anche molto marcata ma, essendo risparmiata la retina periferica, non si arriva alla cecità assoluta.

Infatti, la retina periferica, non colpita dalla malattia, permette di conservare la visione laterale.

Risulteranno quindi difficoltosi o impossibili la lettura e il lavoro a distanza ravvicinata ma, anche se sono interessati entrambi gli occhi, si rimane comunque autosufficienti.

Non sono ancora noti i motivi che comportano il deterioramento e la degenerazione del tessuto maculare, anche se sembra sia legata a fattori ereditari oltre che all'età.

 

 

 


La malattia ha un andamento progressivo che va ad aggravarsi.

La forma secca (non essudativa) è il tipo più comune di maculopatia degenerativa senile: in genere provoca una modesta riduzione visiva ed è dovuta ad una lenta e progressiva atrofia del tessuto retinico.

Più rara ma più grave è invece la forma essudativa.

Nuovi vasi, particolarmente fragili, si rompono e danno luogo a perdita di siero e sangue oppure, alterando il tessuto circostante, provocano fenomeni di cicatrizzazione e distruggono la macula.

La visione diviene così distorta ed annebbiata fino ad una drastica riduzione della visione centrale.

 

 

Degenerazione maculare | Sintomi

Perdita della vista centraleDistorsioni delle immaginiColori offuscatiVisione sbiadita nel punto di fissazione

I sintomi principali della maculopatia sono:
Riduzione della acuità visiva centrale con permanenza di quella periferica, distorsione delle immagini
per cui, ad esempio, una riga non appare più dritta, alterazione della percezione dei colori
che appaiono sbiaditi o deboli, presenza di un'area del campo visivo vicino o comprendente
il punto di fissazione in cui la visione non è distinta.
 



L'evoluzione è molto lenta nelle forme secche (maculopatia senile), più rapida nelle forme umide (essudative).

 

 

Degenerazione maculare | Diagnosi

Visione con presenza di degenerazione maculare | Studio Vichi

     Come potrebbe apparire il test di Amsler in presenza di degenerazione maculare.
 

Visione normale (senza maculopatia) | Studio Vichi

Test di Amsler.

Un esame molto semplice per individuare la patologia in uno stato precoce è il test di Amsler.

Guardando un foglio di carta quadrettato con opportuna correzione ottica, se fissando il punto situato al centro del foglio si osserva una distorsione (metamorfopsia) o una interruzione delle righe vuol dire che esiste un problema alla retina centrale.

 




Tomografo per diagnosi maculopatia degenerativa | Studio Vichi

Nella foto: Tomografo a coerenza ottica (OCT)

Eppure una visita oculistica non sempre è sufficiente per una corretta diagnosi.

Alcuni esami strumentali che l'oculista potrebbe prescrivere per confermare la diagnosi e classificare la malattia sono l'OCT (tomografia a coerenza ottica), l'angiografia con fluresceina ed, eventualmente, anche con verde di indocianina.

 

 

 

 

Degenerazione maculare | Trattamento

La terapia fotodinamica, le iniezioni intravitreali di triamcinolone o di farmaci anti-angiogenetici sono i trattamenti disponibili oggi sul mercato, che possono essere somministrati come monoterapia oppure in combinazione.

I risultati sono tuttavia ancora modesti, è importante diagnosticarla in tempo per rallentarne sintomi e manifestazioni.

 

 


Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito
vanno presi come meri suggerimenti di comportamento.