Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cataratta

La qualità della vita

inizia dalla vista

 

Hai più di 60 anni?

La tua vista è offuscata o doppia?

La tua pupilla ha un aspetto bianco?

 

Secondo stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità,
su 37 milioni di ciechi presenti nel mondo, più della metà
sono dovuti a questa patologia.

 

 

Cataratta | Cos'è

La cataratta è l'opacizzazione del cristallino.

Al contrario di quanto si pensi, la cataratta non è un velo che scende sopra l'occhio, ma è una progressiva ossidazione, disidratazione, inspessimento ed opacizzazione del cristallino.

Il cristallino serve a mettere a fuoco sulla retina l'oggetto fissato e, nel caso di una sua opacizzazione, la luce e le immagini raggiungono la retina con difficoltà dopo essere state difratte e distorte.

Il cristallino è fatto di tessuto epiteliale come la pelle ma, a differenza di quest'ultima, non può disperdere le sue cellule invecchiate e morte nell'aria.

Per questo motivo con l'avanzare dell'età si può sviluppare la cataratta nucleare, in quanto il nucleo diventa più spesso a causa delle cellule che si sono staccate e depositate al centro del cristallino.

 

Inoltre vi è una progressiva incapacità dei corpi ciliari di produrre umor acqueo, necessario nutrimento al nucleo del cristallino, che contribuisce alla sua ossidazione e disidratazione dando origine alla cataratta.

 


 

Oltre all'età, le principali cause sono:

Predisposizione genetica

Raggi ultravioletti

Fumo

Diabete

Alcool

Alcune importanti terapie cortisoniche

Chemioterapia

Traumi diretti dell'occhio.

 

 

Cataratta | Classificazione

Cataratta senile

Strettamente legata all’invecchiamento, è di gran lunga la forma più frequente.

Una progressiva e lenta perdita di trasparenza del cristallino è tipica dell’età avanzata. Infatti opacità più o meno isolate del cristallino che interferiscono o meno con la visione, sono presenti in oltre il 60% dei soggetti con più di 70 anni.

Le cause non sono ben conosciute. Sicuramente sono da ricondurre ad alterazioni metaboliche senili.


 

Quando insorge più precocemente, nella quarta o quinta decade di vita (40-50 anni), si parla di cataratta presenile.

 


 

Cataratta congenita

Le cause più frequenti
di cataratta congenita sono:


fattori genetici



raggi X



 assunzione di farmaci in gravidanza (cortisonici, sulfamidici)



alterazioni metaboliche

   
della madre (diabete, ipotiroidismo, carenze alimentari)  

    
del feto



nascita prematura
 

Come dice il nome stesso, si tratta delle forme di cataratta, di uno o di entrambi gli occhi, presenti alla nascita o che compaiono nei mesi successivi.
Si può avere un interessamento:

  • totale
  • localizzato
  • variamente esteso
  • denso

In questo caso l’interferenza con la funzione visiva varia a seconda che sia interessata o meno la parte centrale lungo l’asse visivo.


Se la cataratta è monolaterale, cioè di un solo occhio, può insorgere strabismo.


 

 

Cataratta | Sintomi

Vista offuscata | sintomi cataratta senileDifficoltà nella visione notturna | sintomi cataratta presenileAloni colorati intorno alle luciColori offuscatiVista doppiaOpacizzazione del cristallino

Cataratta senile e presenile

I sintomi della cataratta ai primi stadi possono non essere evidenti ma, con il progressivo opacizzarsi del cristallino, si inizia a vedere di meno.

Vista offuscata, difficoltà nella visione notturna, aloni intorno alle fonti di luce e colori offuscati e vista doppia sono i principali sintomi della cataratta senile e presenile.
 



Cataratta congenita

I sintomi della cataratta congenita sono scarsi almeno che non si tratti di una forma totale, nel qual caso, oltre alle evidenti difficoltà visive del bambino, si avranno:

Leucocoria (aspetto bianco della pupilla),

Movimenti a scosse/oscillatori degli occhi (nistagmo).


 

 

Cataratta | Diagnosi

Nella foto: il dott. Roberto Vichi durante un esame con lampada a fessura.

Fatta una indagine approfondita sui vostri problemi di salute precedenti, l'oculista esaminerà l'occhio con accuratezza per capire qual è la causa dell'offuscamento della vista.

Avvalendosi di strumenti quali la lampada a fessura, l'autorefrattometro e altri, il medico illumina le pupille con un fascio luminoso e può così identificare in modo preciso le caratteristiche, la sede e l'estensione della malattia.

 

 

Cataratta | Studio VIchiCataratta congenita | Studio Vichi

Nelle foto: Autorefrattometro


In caso venga diagnosticata la cataratta, la terapia dipende dal grado di offuscamento della vista e dai disagi che la malattia provoca nella vostra vita quotidiana.

Nei casi di cataratta lievi, gli occhiali possono rappresentare un ausilio momentaneo.

Con il passare del tempo però, il cristallino può diventare talmente opaco da impedire alla luce di raggiungere la retina, compromettendo la vista talmente tanto da non riuscire più a percepire immagini nitide.

È importante diagnosticare in tempo la presenza della cataratta per evitare che questa progredisca troppo diventando più opaca e dura, al punto da rendere più complicato e difficile l'intervento chirurgico, unico trattamento possibile per questa patologia.


 

L'evoluzione della cataratta è un processo continuo ed inarrestabile.
Consigliatevi con il vostro specialista
per decidere insieme il momento migliore per l'intervento.

 

Cataratta | Trattamento

L'unica terapia per la cataratta è la sua rimozione chirurgica, l'operazione cataratta. In caso di cataratta secondaria è possibile intervenire con Laser YAG.

 

 


Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito
vanno presi come meri suggerimenti di comportamento.